Comunitainsieme | Mystery Hotel – Finalisti del Cinema Patologico
16018
post-template-default,single,single-post,postid-16018,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Mystery Hotel – Finalisti del Cinema Patologico

Mystery Hotel – Finalisti del Cinema Patologico

Il film “Mystery Hotel – Il fumo uccide”, interpretato da 45 ospiti
delle comunità terapeutico riabilitative Insieme di Formia, San Cosma e Damiano, Castelforte, Spigno ed Ausonia, concorre con altri 14 lungometraggi in finale al Festival Internazionale del Cinema Patologico di Roma. La premiazione dei vincitori si tiene questa sera alle 20 presso la sede del Teatro Patologico, in via Cassia 472 a Roma.

Il lungometraggio è diretto da Peter Ercolano – clown, attore, educatore professionale, responsabile delle attività riabilitative del gruppo Insieme – e racconta la storia di due omicidi che avvengono in un albergo in cui si tiene un convegno internazionale contro il fumo. Il misterioso serial killer uccide le sue vittime nientemeno che… soffocandole con le sigarette. Seguiamo le vicende dei vari personaggi che si trovano nel Mystery Hotel (personale dell’albergo ed ospiti), molti dei quali finiscono nel mirino delle forze
dell’ordine come sospettati degli omicidi. Tra rilevamenti della polizia scientifica, interrogatori del commissario incaricato del caso, manifestazioni di contestatori “pro fumo”, incursioni di personaggi assurdi, citazioni cinefile, fino allo spettacolare arresto del colpevole, il film coniuga in modo originale il genere thriller con una comicità leggera e surreale.

Un ruolo fondamentale viene giocato dalla colonna sonora che accompagna tutte le scene del film. Volutamente ironica la scelta di ambientare la vicenda durante un convegno contro il fumo, mentre quasi tutti i personaggi del film fumano e soprattutto considerando quale importanza abbiano le sigarette per i pazienti psichiatrici.

mystery-hotel3Il soggetto del lungometraggio è stato elaborato da Peter Ercolano insieme agli ospiti delle Comunità Insieme coinvolti nel progetto-laboratorio permanente di teatro comico condotto dallo stesso Peter. L’iniziativa del  Festival Internazionale del Cinema Patologico rientra nell’ambito del percorso didattico e professionale degli utenti della scuola “La Magia del Teatro”. L’Associazione del Teatro Patologico e Dario D’Ambrosi, fondatore e direttore della stessa, da sempre attento indagatore del disagio mentale attraverso la ricerca teatrale, dopo il successo delle precedenti edizioni, propone una straordinaria iniziativa: si tratta del 5° Festival Internazionale del Cinema Patologico, che ha preso il via il 9 aprile per concludersi questa sera presso la sede del Teatro Patologico. La madrina del Festival è l’attrice Claudia Gerini, sarà lei a consegnare i premi previsti per le diverse categorie in concorso: miglior film, miglior regia, migliore attore, migliore attrice, migliore sceneggiatura e premio speciale Patologico per il miglior film.

Al concorso del Festival partecipano sia i lungometraggi (durata minima di 30 minuti) che i cortometraggi (durata massima 15 minuti). La giuria è interamente composta da ragazzi disabili psichici della scuola “La Magia del Teatro”, e presieduta dall’attore diversamente abile Stefano Nicolò Amati, storico componente del gruppo del Teatro Patologico.mystery-hotel1

In occasione della premiazione di questa sera, sarà presente all’evento una cospicua rappresentanza del cast del film, composta da ospiti e da operatori delle comunità Insieme.
Non resta che augurare loro in bocca al lupo!

Potrebbe interessarti la scheda tecnica di Mystery Hotel CLICCA QUI